venerdì 22 giugno 2012

Scritti da Voi: Barbie, una bambola o una diva?!


Chi di noi da bambina non ha posseduto una Barbie con la quale immaginare un mondo dove catapultarci, per sentirci un pò donne e un po’ bimbe?
Affascinate dalla sua perfetta bellezza, ci lasciavamo trasportare con la fantasia in un sogno ad occhi aperti,  fatto di party in ville grandiose, di viaggi in  camper rosa-shocking o auto di lusso, accompagnate da dolci cuccioli e tante amiche. Ma soprattutto affiancate dall’inseparibile e amabile Ken, il findanzato perfetto.


Icona glamour,musa di molti stilisti,capace di adattarsi alle mode ed ai tempi, nasce nel 1959 da un'idea di una donna, Ruth Handler,che con la sua forza aiuta il marito e l'amico a fondare la Mattel. Non fa subito fortuna, Barbie infatti non piacque subito ai negozianti; solo con una massiccia attività di marketing, mai fatta sostanzialmente per un giocattolo,la “bambolina” divenne la più amata dalle bambine. In Italia arrivò negli anni '60 e fu un boom, da allora la sua ascesa verso un mondo platinato,scintillante e glamour è ormai nota.


I più grandi stilisti la vogliono vestire:  Karl Lagerfeld, Donna Karan, Moschino, Calvin Klein, Benetton, ecc...
Ancora oggi  brand come Twin-Set la richiede come testimonial e modella, la ritroviamo  su noti giornali di moda, sponsorizza outfit per  essere copiati da tutte noi, noti Hair Stylist  come Salvo Filetti, uno dei creatori di Compagnia della Bellezza,  giocano con i suoi capelli biondo platino e si divertono a darle un look unico e moderno,proprio perchè lei è un simbolo che non passa mai di moda. In cinquant'anni è stata cantante, modella, ballerina, principessa, astronauta, donna in carriera, ambasciatrice ONU, mamma; ha cambiato etnia tante volte quanti sono i paesi nel mondo; ha reinterpretato look diversi, oggi è una barbie all'avaguardia e tatuata.



E' stata un pò  Brigitte Bardot per poi indossare i jeans negli anni novanta e mostrare l'ombelico nel 2000. E' stata modificata nel viso e nel corpo sin dalla sua nascita. Ci sono ragazze che sono arrivate a subire molti  interventi chirurgici  pur di somigliarle. Le bambine la amano ma anche gli adulti che spendono fino all'ultimo centesimo per le loro barbie da collezione.


Siamo cresciute, lavoriamo e siamo mamme ma in fondo ancora ci piace giocare con la nostra Barbie e non chiamatela bambola,lei è una Diva.


 Articolo di: Chiara Cannova

4 commenti:

  1. Una "diva" che ha reso ogm il modo di pensare delle adolescenti odierne quando....la Barbie, o diva, come la chiami tu, è semplicemente un giocattolo, una bambola, niente di più. Ma perchè vedere su un giocattolo il glamour? Ma sai che glamour è un termine che rappresenta la pornografia? E allora lasciamolo fuori da un giocattolo, usiamo termini più consoni...a bientot

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penso che la barbie sia una diva!! Cmq rispondo al commento Della persona anonima e penso che tua sia un pó confusa!!! Il glamour è pornografia? Ma da bambina cn cosa giocavi???io sn visual e inoltre sn truccatrice e nn solo! E la barbie è sempre un icona di stile in tutto!!

      Xoxo B

      Elimina
  2. Carissima io, ho giocato con la Barbie, ribadisco, GIOCATO, quindi se anche tu dici giocare con la Barbie vuol dire che è solo ed esclusivamente un giocattolo.... non una diva.....mi sembra che la confusa sia tu...scambiare un giocattolo con una diva...e poi il glamour non ho detto che è pornografia, ma semplicemente un termine che rappresenta la pornografia...quindi vedi di leggere bene.....a bientot

    RispondiElimina
  3. io sono barbie addicted e le compro ancora oggi che sono decisamente fuori età massima!


    un saluto da NYC
    Dcf

    RispondiElimina

Thanks for comment.

Sprintrade network

Sprintrade network
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...